Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘torta al cioccolato’


E’ bellissimo quando hai una voglia incredibile di preparare un dolce (essendo una delle tue più grandi passioni) e, non riuscendo a decidere tra le mille ricette che puoi avere a disposizione, decidi di chiedere un consiglio. Ed è ancora più bello quando in risposta ricevi la precisa richiesta di una torta. E’ proprio quello che è successo a me un paio di settimane fa, quando sfogliando distrattamente il volume delle torte al cioccolato, non riuscivo a trovare una ricetta che mi colpisse più delle altre. E così ho chiesto al mio valido aiutante che, con grande entusiasmo, mi ha invitato a preparare una torta caprese. Avevo già sentito parlare di questo dolce in passato, ma non avevo mai provato a realizzarlo (anche perché sul web vi sono innumerevoli varianti tra cui è difficile destreggiarsi). E così mi sono rivolta alla mia nuova bibbia e ho finalmente scovato la ricetta che cercavo. Ecco gli ingredienti che occorrono:

  • 125 g di cioccolato fondente
  • 125 g di burro
  • 3 uova
  • 125 g di zucchero
  • 185 g di mandorle tostate e macinate (io non ne avevo in casa e ho utilizzato direttamente la farina di mandorle)
  • 1 arancia bio
  • 3 albumi
  • 6 g di rum (io ho usato quello al miele)
  • zucchero a velo per decorare

Innanzitutto rompete il cioccolato in piccoli pezzi e fatelo sciogliere a bagnomaria. Successivamente lavorate a crema il burro e aggiungetevi il cioccolato fuso. Sbattete le uova con metà dello zucchero e infine incorporate il composto di burro e cioccolato, le mandorle macinate e la scorza di un’arancia grattugiata. Montate quindi gli albumi a neve ferma con lo zucchero rimasto e aggiungeteli all’impasto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontarli. Aromatizzate il tutto con il rum e trasferite il composto in uno stampo di 20 cm di diametro precedentemente imburrato e cosparso di cacao amaro. Fate cuocere in forno già caldo a 180° per 40 minuti circa, facendo sempre la prova stecchino. Una volta cotto, sfornate il dolce, lasciatelo raffreddare e infine decoratelo con lo zucchero a velo. Ecco una fetta del risultato finale:

E’ un dolce morbidissimo e per chi ama il cioccolato fondente è davvero delizioso. Adoro preparare dei dolci classici per la prima volta e ottenere discreti (falsa modestia! :P) risultati. E’ incredibile che in questa torta non vi siano né farina né lievito, per me è un dolce insolito! Sicuramente lo riproporrò in futuro, è stato apprezzato da tutti! Nei prossimi giorni devo assolutamente rimettermi ai fornelli, è da troppo tempo che non preparo un dolce. Uffa, ne sento la mancanza!

Annunci

Read Full Post »


Durante la scorsa settimana ho deciso di preparare un’altra ricetta tratta dal volume 13 (vi ricordo che la collana completa è composta da 20 tomi! O_o) del mio meraviglioso e già molto elogiato regalo di compleanno. Da questo momento in poi penso proprio che lo chiamerò semplicemente Scuola di Pasticceria del Corriere, è molto più veloce e diretto. Avevo scelto un cheesecake, dato che in frigorifero avevo dello yogurt greco e del formaggio spalmabile (indispensabile in cucina! E’ così versatile! *_*) da consumare al più presto. Avevo anche scelto dei biscotti fantastici per la base del dolce, e così passaggio dopo passaggio sono riuscita a ottenere una bella torta. Il vero problema però si è presentato al momento dell’assaggio! Ho solo notato successivamente che nella crema non vi era la benché minima traccia di zucchero ed è per questo motivo che la torta risultava così acida e aspra. Ecco gli ingredienti previsti nella ricetta originale:

per la base

  • 50 g di burro
  • 180 g di biscotti secchi (io ho utilizzato i Biscotti del Buongiorno al cacao e nocciole della Campiello)
  • 2 cucchiai di zucchero semolato

per la crema

  • 1 cucchiaino di scorza di limone (non trattato) grattugiata
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 270 g di formaggio spalmabile
  • 300 g di yogurt greco
  • 3 uova
  • 1 bacca di vaniglia (essendone sprovvista, io ho utilizzato una bustina di vanillina)

Alla fine la torta era immangiabile, così, pensando di migliorare la situazione, l’ho spolverizzata con del cacao zuccherato. Purtroppo però non è stato sufficiente a mascherare l’acidità dello yogurt e l’aspro sapore del limone. Dato che mi sarebbe dispiaciuto moltissimo sprecare tutto questo cibo, ho deciso di mettere nel mixer il “dolce” tagliato a pezzi, aggiungere altri ingredienti e preparare una nuova torta. Io non vi consiglio di seguire il mio percorso, perdereste soltanto del tempo e vi toccherebbe accendere per ben due volte il forno. Io vi consiglio di buttare nel mixer tutti gli ingredienti sopracitati e di aggiungervi anche questi:

  • 120 g di zucchero semolato
  • 30 g di cacao zuccherato
  • 50 g di cioccolato fondente fuso
  • 50 g di pinoli
  • latte q.b. per ottenere un bel composto

Versate poi l’impasto ottenuto in uno stampo quadrato ricoperto con carta da forno, livellate bene e distribuite qualche altro pinolo sulla superficie. Lasciate infine cuocere in forno già caldo a 180° per 50 minuti (fate sempre la prova stecchino!). Ecco il risultato ottenuto dopo tanta fatica (povera me è_é):

Non lievita in forno (non essendoci lievito) e così rimane molto compatta ma morbida al tempo stesso. Chi l’avrebbe mai detto che yogurt greco, formaggio spalmabile e limone si sarebbero sposati così bene con il cioccolato. Merito anche dello zucchero, ovviamente! Sono proprio soddisfatta, questo esperimento ha avuto successo! Penso comunque che non lo riproporrò nuovamente in futuro, molto meglio cimentarsi nella fidata ricetta della torta paesana. E’ molto più semplice e veloce da realizzare. Sono anche contenta di non aver sprecato nulla! Infatti, come dicono sempre i miei genitori, “Non si butta via niente!”. Se solo sapessero la vera storia della torta che hanno mangiato domenica a pranzo, sarebbero così orgogliosi di me! 😛

Read Full Post »


Finalmente riesco a scrivere il primo articolo di dicembre! Lo so, siamo ormai quasi a metà mese ma, come già saprete benissimo, il tempo è tiranno! Avrete già notato il restyling del blog, ho cambiato sia il tema che il colore predominante. Ovviamente queste modifiche indicano che è successo qualcosa negli ultimi giorni e infatti ho parlato dell’esistenza di questo sito alla mia dolce metà. Era diventato impossibile non renderla partecipe di questa mia “nuova” avventura e così ho deciso di parlargliene. Sono davvero felice della scelta fatta, anche perché ora ho un valido collaboratore. Potrò infatti servirmi (vale a dire, sfruttare :P) delle sue valide doti di fotografo e già dalla ricetta che posterò oggi potrete vedere la differenza. Ma passiamo ora all’argomento principale di questo articolo e cioè la ricetta del cheesecake al cioccolato. Cercando sul mio adorato GialloZafferano ho trovato proprio ciò che stavo cercando, ho solo successivamente apportato qualche piccola modifica. Ecco gli ingredienti che occorrono:

per la base

  • 160 g di biscotti al cioccolato
  •  80 g di burro

per la crema

  • 20 g di cacao
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 250 g di formaggio cremoso spalmabile
  • 500 g di ricotta
  • 3 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 150 g di zucchero

Innanzitutto tritate i biscotti al cioccolato (io ho utilizzato questi, sono davvero spettacolari. Il sapore di cioccolato è veramente intenso!) e fate sciogliere il burro. Unite i due composti amalgamandoli con cura e trasferite il tutto sulla base di uno stampo da 24 cm di diametro precedentemente unto con una noce di burro e successivamente ricoperto con carta da forno. Premete bene, creando uno strato uniforme di biscotti e fate poi raffreddare il tutto in frigorifero per almeno trenta minuti. Nel frattempo preparate la crema. In un robot da cucina unite i due formaggi e lo zucchero, poi aggiungete le uova, la vanillina e il cacao. Azionate il robot fino a quando il composto non sarà ben amalgamato. Infine fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e aggiungetelo alla crema di formaggi. Trasferite il tutto nello stampo che avrete tolto dal frigorifero e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per 60 minuti. Ecco il risultato:

Lasciate raffreddare il dolce a temperatura ambiente, dopodiché potrete decorarlo come più vi aggrada. Io ho semplicemente fatto sciogliere a bagnomaria 40 g di cioccolato fondente e, utilizzando un cucchiaino, ho creato una sorta di reticolo e ho aggiunto infine anche qualche scaglietta di cioccolato. Sono davvero soddisfatta del risultato e vi dirò di più! Se riuscite a non avventarvi immediatamente sulla torta, il cheesecake sarà ancora più buono dopo averlo fatto riposare una notte in frigorifero. Noi non siamo riusciti a resistere (come potrete ben immaginare si tratta di una prova durissima!) e ci siamo subito pappati una fetta. L’indomani però il sapore era migliorato tantissimo! E’ una ricetta molto semplice ma anche molto d’effetto.
Qui accanto potrete trovare a breve (non appena riesco a scoprire come si fa ^^) l’indirizzo web del blog del mio valido collaboratore (credo proprio che non mi aiuterà più dopo aver letto questo articolo) e qui invece potete trovare il suo account di Flickr. Alla prossima e ricordate: winter is coming (e con esso anche il Natale! :D)!

Read Full Post »


Domenica ho preparato una torta in occasione del compleanno di mia “suocera”. Al mio manca ancora poco più di un mese per fortuna, ma che angoscia il tempo che passa! Quest’anno poi io compirò i fatidici trenta (gulp!!!) anni, che tristezza! E’ meglio se non mi soffermo troppo a pensarci, partiamo subito con la ricetta (timido tentativo di cambiare discorso, so perfettamente che è del tutto inutile #_#). Avevo già seguito questa ricetta un paio di anni fa: mi ricordavo perfettamente il delizioso sapore cioccolatoso di questo dolce, ma non mi ero dimenticata neanche di quel brutto inconveniente capitato dopo aver tolto la torta dal forno. Si era infatti abbassata leggermente (per non dire esageratamente!) nel centro e io avevo cercato di mascherare l’imbarazzante incidente con un abbondante strato di zucchero a velo. Povera, che ingenua! Non conoscevo ancora la glassa! Qui potete trovare una foto di quella torta. Ho voluto quindi riprovare questa ricetta, per verificare se è avvenuto il miracolo, o meglio, se in questo lungo periodo di esperimenti ed esercizi sono migliorata almeno un po’. Devo dire che sono proprio soddisfatta del risultato. Ecco gli ingredienti che occorrono:

  • 230 g di zucchero
  • 3 uova
  • 160 g di farina
  • 20 g di fecola di patate
  • 180 g di burro
  • 50 g di cacao amaro
  • 6 cucchiai di latte
  • 1 bustina di lievito vanigliato

marmellata di lampone per farcire

Innanzitutto montate lo zucchero con le uova, dopodiché aggiungete il burro ammorbidito tagliato a pezzetti. Incorporate quindi le due farine setacciate con il lievito per dolci e infine aggiungete anche il cacao amaro e mescolate bene. Versate l’impasto in una teglia precedentemente imburrata e cosparsa di cacao. In questo caso, essendo una torta al cacao, se utilizzate la farina il bordo della torta stonerà leggermente con l’insieme. E’ meglio quindi mantenere lo stesso colore. Infornate poi in forno già caldo a 180° per 50 minuti circa. Fate sempre la prova stuzzicadenti, ogni forno è diverso dall’altro purtroppo. Una volta cotta, toglietela dal forno e fatela raffreddare. Dopo qualche ora tagliate il dolce in due e farcite uno strato come preferite. Io ho deciso di utilizzare questa marmellata che mia madre mi ha portato dal suo ultimo viaggio in Austria. E’ deliziosa, non ci sono nemmeno i fastidiosissimi semini dei lamponi. E poi il suo sapore acidulo si sposava perfettamente con la dolcezza e cioccolosità della torta. Mi raccomando, per facilitare la stesura riscaldatela per pochi secondi. Ricomponete quindi la torta e a questo punto sarete costretti a ricoprirla. Io ho preparato una glassa con 100 grammi di cioccolato fondente che ho sciolto a bagnomaria con un po’ di acqua. Purtroppo non avevo molto tempo a disposizione per glassarla e quindi la copertura non è venuta proprio benissimo. Mi sono impegnata molto, però! Ecco il risultato:

Purtroppo ho finito la torta a sera inoltrata e quindi la foto non è delle migliori. Ho cercato di sistemarla un po’ con il magico Lightroom, ma non ho potuto fare di più. La torta mi è piaciuta moltissimo: era veramente soffice e la marmellata stava d’incanto. Per non parlare poi dell’intenso sapore del cioccolato (e te credo, con quella glassa!). E’ piaciuta a tutti!
Domani sera siamo invitati a cena a casa di amici e io preparerò dei biscotti. Devo assolutamente mettermi alla ricerca di una ricetta, non mi rimane più molto tempo. Odio ridurmi all’ultimo momento, ma succede sempre così! Uffa!!!

Read Full Post »


Siamo rientrati solo ieri in tarda serata a casa, dopo una breve vacanza di cinque giorni in Puglia. Alla fine ci siamo decisi e siamo partiti, peccato però che per fuggire dal brutto tempo che imperversa qui al nord da più di un mese ormai, abbiamo dovuto percorrere più di 800 (!!!) chilometri. Nei prossimi giorni, magari, vi racconterò come è andata e quali località di questa splendida regione abbiamo visitato.
Vi ricordate del Dolce semplicissimo al cioccolato amaro, di cui vi ho parlato nel precedente post? Per fortuna la cottura è andata a buon fine e abbiamo fatto un figurone quella sera a casa dei nostri amici. La ricetta di questa meraviglia l’ho trovata su un fantastico libro, intitolato Dolci fatti in casa, della Guido Tommasi Editore.
Ma non perdiamo altro tempo e partiamo con gli ingredienti che occorrono per realizzare questa torta.

  • 200 grammi di cioccolato fondente
  • 150 grammi di zucchero
  • 50 grammi di farina
  • 150 grammi di burro
  • 4 uova
  • un pizzico di sale

Innanzitutto accendete il forno e fatelo scaldare sino a raggiungere i 180°. Sciogliete poi a bagnomaria il cioccolato fondente precedentemente spezzettato in una ciotola. Lavorate il burro con lo zucchero, aggiungendo poi il cioccolato ormai fuso e le uova. Aggiungete al composto anche la farina e il pizzico di sale, lavorate molto bene l’impasto dopodiché trasferitelo in una teglia imburrata (io ho utilizzato uno stampo da 20 centimetri). Abbassate ora la temperatura del forno a 150° e infornate il dolce. Fatelo cuocere per circa un’ora (farà sempre fede la prova stecchino), coprendo lo stampo con carta da forno se dovesse iniziare a bruciarsi la parte superiore (io l’ho coperto dopo quaranta minuti).

L’ho infine decorato con una manciata di zuccherini bellissimi che ho acquistato a Brunico durante le vacanze dell’anno scorso in Trentino. Come potete vedere dalla foto, si tratta di fiocchi di neve in miniatura.
La torta ha riscosso un incredibile successo! Sono davvero felice quando il mio lavoro viene apprezzato, fa proprio piacere ricevere complimenti. Abbiamo trascorso una piacevole serata e sono certa che questo dolce abbia contribuito a creare una bella atmosfera, visto che una torta fa sempre festa!

Read Full Post »


Oggi è stata proprio una giornata pesante, uno di quei giorni che inizia discretamente e poi, dopo pochi minuti trascorsi sul posto di lavoro, cambia completamente. Lavorando a stretto contatto con il pubblico (maledetti ma pur sempre necessari clienti!), può capitare di incontrare persone poco intelligenti, maleducate e ignoranti. Fortunatamente, però, ho la capacità di voltare pagina non appena uscita dal negozio e lasciarmi alle spalle i brutti momenti appena trascorsi. Non sempre ciò accade e in questi casi ringrazio il mio compagno che diventa per l’occasione la mia valvola di sfogo, e posso così ammorbarlo raccontandogli quello che mi è successo e descrivendogli nei minimi dettagli le conversazioni tenute con i simpatici (!!!) avventori.
Ma voltiamo effettivamente pagina! Ieri ho preparato un dolce che sapevo mi avrebbe risollevato il morale (forse avevo già previsto la terribile giornata di oggi!): si tratta di una semplice torta al cacao. Sul web vi sono moltissime ricette per la preparazione di questo tipo di torte. Io ho preso spunto, in questo caso, da una ricetta trovata sul forum di Cookaround. Qui potrete trovare il post che mi ha colpito particolarmente.

Ecco gli ingredienti che ho utilizzato io:

– 200 grammi di zucchero
– 3 uova
– 130 grammi farina 00
– 50 grammi farina di riso (avevo finito quella 00!)
– 120 grammi di burro (ho diminuito leggermente la dose rispetto all’originale)
– 60 grammi di yogurt (io avevo in frigo solo quello al mirtillo della Sterzing-Vipiteno, consiglio vivamente di scegliere un altro gusto. Io avrei messo quello alla stracciatella!)
– 50 grammi cacao amaro
– 6 cucchiai di latte
– 1 bustina di lievito per dolci

Il procedimento è molto semplice (anche perché io ho usato come al solito il mio Kenwood): bisogna prima di tutto montare lo zucchero con le uova, successivamente si aggiunge il burro fatto sciogliere in precedenza e lo yogurt, dopodiché si aggiungono i sei cucchiai di latte. Si mettono poi le due farine setacciate con il lievito e infine il cacao. Si versa il tutto in uno stampo e si fa cuocere in forno già caldo a 180° per 35 minuti (fa sempre fede la prova stecchino!).

La torta risulta molto morbida e il sapore del cacao è proprio avvolgente. Con una fetta di questo dolce la giornata può iniziare al meglio e tenere alla larga le arrabbiature o i problemi di lavoro. La prossima volta proverò qualche altra variante, innanzitutto cambierò il gusto dello yogurt e poi magari potrei anche aggiungere della farina di cocco. Mmm, come farei senza dolci e soprattutto senza cioccolato?!?

Read Full Post »