Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sergej Luk’janenko’


E’ davvero incredibile! Dopo tutto il tempo passato dall’ultimo articolo inserito, mi ripresento qui con la recensione di un libro. E non è nemmeno di cucina! Questo è troppo, dovrò correre presto ai ripari! Ho ancora un paio di ricette in sospeso che vorrei pubblicare a breve. Maledetto tempo tiranno! è_é
Ma torniamo a noi, rieccomi qui dunque per parlarvi del romanzo che ho appena finito di leggere. Si tratta de I guardiani del giorno, scritto da Sergej Luk’janenko e da Vladimir Vasilev. Si tratta del secondo libro della Saga dei Guardiani e, come il precedente volume, è un fantasy. Dopo aver letto il primo romanzo, mi ero fatta un’idea di cosa avrei potuto trovare in questo libro. Ovviamente mi aspettavo nuove vicende legate al Crepuscolo e alle due guardie che vigilano sull’Equilibrio. Speravo di trovare però il punto di vista esclusivo della Guardia del Giorno. Devo ammettere che vi sono in effetti molte parti narrate da un agente di questo schieramento, Edgar. Vi sono però anche alcuni episodi raccontati da entrambe le guardie e infine anche vicende narrate dal protagonista del primo romanzo e cioè da Anton Gorodeckij, appartenente alla Guardia della Notte.

Sono rimasta leggermente delusa, avrei preferito che l’autore avesse adottato anche qui lo stesso metodo, di modo che il lettore potesse avere solo il punto di vista di una delle due parti. Tralasciando però questo piccolo dettaglio, il libro è ben scritto, la storia rimane sempre molto interessante, originale e veramente complessa. Sarebbe infatti troppo semplicistico affermare che i Guardiani del Giorno appartengono alle forze del Male, le loro azioni non si possono giudicare così superficialmente. Possiamo però tranquillamente affermare che i componenti di questa guardia agiscono per i propri interessi e non si fanno troppi scrupoli quando c’è da attingere forza dai poveri esseri umani. In ogni caso però, a modo loro, cercano di mantenere il famoso equilibrio tra le due forze, facendo sì che il mondo, così come tutti lo conoscono, continui a esistere anche in futuro. In realtà i nuovi personaggi che incontriamo per la prima volta e quelli che ritroviamo in questo secondo romanzo, sono solo delle pedine utilizzate dai grandi capi delle due guardie, Geser e Zavulon, in questa lunga partita a scacchi. Sono proprio curiosa di scoprire come proseguirà la storia e quali nuovi colpi di scena ci potrà ancora riservare.
Al prossimo articolo, cercherò di mantenere i miei buoni propositi e di pubblicarlo presto. Grazie infinite per la vostra pazienza! Buon week-end!

Annunci

Read Full Post »


Io adoro il genere fantasy in ogni sua forma. E’ per questo motivo che ho deciso di acquistare e successivamente leggere un fantasy di uno scrittore russo. Devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa.
Innanzitutto l’ambientazione è fondamentale: si tratta infatti della città di Mosca dei nostri giorni. Non ci limitiamo però a osservarne solo la superficie, riusciamo ad addentrarci negli strati più profondi del Crepuscolo, una sorta di universo parallelo di cui gli umani non sospettano nemmeno l’esistenza. Solo alcuni esseri hanno la capacità di entrare in questo mondo e vengono chiamati gli Altri.
Un altro aspetto molto importante è il tema trattato: l’eterna lotta tra il Bene e il Male. Dove è quindi la novità, direte voi, dato che in ogni fantasy che si rispetti, questo scontro è sempre presente e inevitabile? E qui troviamo la genialità dello scrittore, in quanto questi due schieramenti non sono ben delineati e definiti. Infatti non sempre chi ritiene di agire per il Bene dell’umanità compie azioni corrette e viceversa chi sta dall’altra parte a volte compie il bene per perseguire i propri scopi. Il compito degli Altri è mantenere questo fragile equilibrio tra le due forze, per fare in modo che nessuna delle due prevarichi sull’altra.

Da queste premesse nasce una storia incredibile: il protagonista, Anton, un Altro schierato dalla parte dei “buoni”, si trova in situazioni che mettono a rischio la sua stessa vita e anche quella di alcuni esseri umani. Per tutto il libro cercherà di capire fino a che punto ci si può spingere per preservare questo delicato equilibrio e se sia giusto interferire nella vita degli esseri umani sconvolgendola con rivoluzioni, guerre e catastrofi naturali.
Il romanzo mi è piaciuto moltissimo, sia per l’originalità, per lo stile ironico dell’autore e anche per l’assenza di inutili descrizioni che avrebbero appesantito notevolmente la storia. Ovviamente ora leggerò il secondo libro della saga, I guardiani del giorno.

Read Full Post »