Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Scuola di pasticceria’


E’ bellissimo quando hai una voglia incredibile di preparare un dolce (essendo una delle tue più grandi passioni) e, non riuscendo a decidere tra le mille ricette che puoi avere a disposizione, decidi di chiedere un consiglio. Ed è ancora più bello quando in risposta ricevi la precisa richiesta di una torta. E’ proprio quello che è successo a me un paio di settimane fa, quando sfogliando distrattamente il volume delle torte al cioccolato, non riuscivo a trovare una ricetta che mi colpisse più delle altre. E così ho chiesto al mio valido aiutante che, con grande entusiasmo, mi ha invitato a preparare una torta caprese. Avevo già sentito parlare di questo dolce in passato, ma non avevo mai provato a realizzarlo (anche perché sul web vi sono innumerevoli varianti tra cui è difficile destreggiarsi). E così mi sono rivolta alla mia nuova bibbia e ho finalmente scovato la ricetta che cercavo. Ecco gli ingredienti che occorrono:

  • 125 g di cioccolato fondente
  • 125 g di burro
  • 3 uova
  • 125 g di zucchero
  • 185 g di mandorle tostate e macinate (io non ne avevo in casa e ho utilizzato direttamente la farina di mandorle)
  • 1 arancia bio
  • 3 albumi
  • 6 g di rum (io ho usato quello al miele)
  • zucchero a velo per decorare

Innanzitutto rompete il cioccolato in piccoli pezzi e fatelo sciogliere a bagnomaria. Successivamente lavorate a crema il burro e aggiungetevi il cioccolato fuso. Sbattete le uova con metà dello zucchero e infine incorporate il composto di burro e cioccolato, le mandorle macinate e la scorza di un’arancia grattugiata. Montate quindi gli albumi a neve ferma con lo zucchero rimasto e aggiungeteli all’impasto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontarli. Aromatizzate il tutto con il rum e trasferite il composto in uno stampo di 20 cm di diametro precedentemente imburrato e cosparso di cacao amaro. Fate cuocere in forno già caldo a 180° per 40 minuti circa, facendo sempre la prova stecchino. Una volta cotto, sfornate il dolce, lasciatelo raffreddare e infine decoratelo con lo zucchero a velo. Ecco una fetta del risultato finale:

E’ un dolce morbidissimo e per chi ama il cioccolato fondente è davvero delizioso. Adoro preparare dei dolci classici per la prima volta e ottenere discreti (falsa modestia! :P) risultati. E’ incredibile che in questa torta non vi siano né farina né lievito, per me è un dolce insolito! Sicuramente lo riproporrò in futuro, è stato apprezzato da tutti! Nei prossimi giorni devo assolutamente rimettermi ai fornelli, è da troppo tempo che non preparo un dolce. Uffa, ne sento la mancanza!

Annunci

Read Full Post »


Durante la scorsa settimana ho deciso di preparare un’altra ricetta tratta dal volume 13 (vi ricordo che la collana completa è composta da 20 tomi! O_o) del mio meraviglioso e già molto elogiato regalo di compleanno. Da questo momento in poi penso proprio che lo chiamerò semplicemente Scuola di Pasticceria del Corriere, è molto più veloce e diretto. Avevo scelto un cheesecake, dato che in frigorifero avevo dello yogurt greco e del formaggio spalmabile (indispensabile in cucina! E’ così versatile! *_*) da consumare al più presto. Avevo anche scelto dei biscotti fantastici per la base del dolce, e così passaggio dopo passaggio sono riuscita a ottenere una bella torta. Il vero problema però si è presentato al momento dell’assaggio! Ho solo notato successivamente che nella crema non vi era la benché minima traccia di zucchero ed è per questo motivo che la torta risultava così acida e aspra. Ecco gli ingredienti previsti nella ricetta originale:

per la base

  • 50 g di burro
  • 180 g di biscotti secchi (io ho utilizzato i Biscotti del Buongiorno al cacao e nocciole della Campiello)
  • 2 cucchiai di zucchero semolato

per la crema

  • 1 cucchiaino di scorza di limone (non trattato) grattugiata
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 270 g di formaggio spalmabile
  • 300 g di yogurt greco
  • 3 uova
  • 1 bacca di vaniglia (essendone sprovvista, io ho utilizzato una bustina di vanillina)

Alla fine la torta era immangiabile, così, pensando di migliorare la situazione, l’ho spolverizzata con del cacao zuccherato. Purtroppo però non è stato sufficiente a mascherare l’acidità dello yogurt e l’aspro sapore del limone. Dato che mi sarebbe dispiaciuto moltissimo sprecare tutto questo cibo, ho deciso di mettere nel mixer il “dolce” tagliato a pezzi, aggiungere altri ingredienti e preparare una nuova torta. Io non vi consiglio di seguire il mio percorso, perdereste soltanto del tempo e vi toccherebbe accendere per ben due volte il forno. Io vi consiglio di buttare nel mixer tutti gli ingredienti sopracitati e di aggiungervi anche questi:

  • 120 g di zucchero semolato
  • 30 g di cacao zuccherato
  • 50 g di cioccolato fondente fuso
  • 50 g di pinoli
  • latte q.b. per ottenere un bel composto

Versate poi l’impasto ottenuto in uno stampo quadrato ricoperto con carta da forno, livellate bene e distribuite qualche altro pinolo sulla superficie. Lasciate infine cuocere in forno già caldo a 180° per 50 minuti (fate sempre la prova stecchino!). Ecco il risultato ottenuto dopo tanta fatica (povera me è_é):

Non lievita in forno (non essendoci lievito) e così rimane molto compatta ma morbida al tempo stesso. Chi l’avrebbe mai detto che yogurt greco, formaggio spalmabile e limone si sarebbero sposati così bene con il cioccolato. Merito anche dello zucchero, ovviamente! Sono proprio soddisfatta, questo esperimento ha avuto successo! Penso comunque che non lo riproporrò nuovamente in futuro, molto meglio cimentarsi nella fidata ricetta della torta paesana. E’ molto più semplice e veloce da realizzare. Sono anche contenta di non aver sprecato nulla! Infatti, come dicono sempre i miei genitori, “Non si butta via niente!”. Se solo sapessero la vera storia della torta che hanno mangiato domenica a pranzo, sarebbero così orgogliosi di me! 😛

Read Full Post »


Che emozione! Ecco il primo dolce che ho preparato seguendo una ricetta tratta dal mio stupendo e meraviglioso regalo di compleanno. Ebbene sì, sono una ragazza fortunata dato che il mio amatissimo “aiutante” ha deciso di regalarmi la collana completa della Scuola di Pasticceria del Corriere della Sera. Non sono ancora riuscita a sfogliare tutti i volumi, sono ben venti (!!!), ma ho già trovato moltissime ricette che voglio provare. E l’aspetto più sorprendente è che alcune di queste non sembrano neanche particolarmente difficili. Sono davvero felicissima di aver ricevuto questo regalo, posso dire che per un po’ (?!?) non acquisterò altri libri di ricette. Purtroppo è uno dei miei punti deboli, in alcuni negozi non riesco a resistere al dolce richiamo dei ricettari. Fortunatamente c’è chi mi aiuta a trattenermi, ricordandomi costantemente che la mia libreria è praticamente piena (grazie mamma! è_é). Ma veniamo a noi e alla nostra ricetta di oggi; ecco gli ingredienti che occorrono per preparare i brownies:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di burro
  • 2 uova
  • 100 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di miele (io ho utilizzato quello di tiglio)
  • 100 g di farina 00
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato
  • 100 g di gherigli di noce
  • un pizzico di sale

Innanzitutto fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria a fuoco basso con il burro tagliato a pezzi. Tritate finemente le noci, oppure se preferite che il dolce rimanga più croccante, tagliatele grossolanamente. In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero a velo e il miele, fino a quando non saranno spumose. Aggiungete quindi al composto il cioccolato fuso, la farina e il lievito setacciati, un pizzico di sale e le noci tritate. Mescolate bene il tutto e trasferite infine l’impasto in uno stampo da forno quadrato rivestito con carta da forno. Fate cuocere in forno già caldo a 160° per 25 minuti (controllate sempre la cottura con la prova stecchino). Una volta cotto, toglietelo dal forno, sformate il dolce e lasciatelo raffreddare. Ecco il risultato:

Anche questo dolce è ideale per la prima colazione, oppure a merenda con una tazza di buon tè o, per chi volesse esagerare, con una tazza di cioccolata fumante. Dopo una lunga e pesante giornata passata al lavoro fuori casa, sono perfetti per ristorarsi un po’ in questo gelido inverno. Insomma, ogni scusa è buona per mangiare un dolce delizioso e cioccolatoso! Al prossimo post!

Read Full Post »


E così anche Natale è passato e ormai il conto alla rovescia per l’arrivo del nuovo anno è giunto quasi al termine. Con la fine del mese di dicembre arriva però un altro evento molto importante (almeno per me!) e cioè il mio compleanno. Io infatti domani, 30 dicembre, compirò trenta (!!!) anni. Non so se essere contenta oppure disperata! Forse è meglio se non mi soffermo troppo a pensare a questo aspetto, meglio concentrarsi sui regali! Uno l’ho già ricevuto proprio oggi, siamo andati a ritirarlo questa mattina. La mia dolce metà (nonché aiutante :-P) ha fatto una pazzia: mi ha regalato l’intera collana della Scuola di Pasticceria del Corriere della Sera. Sono venti, ripeto VENTI volumi in cui vengono descritte (cito direttamente dal sito) tutte le tecniche e i segreti per realizzare le preparazioni della tradizione e quelle più innovative, veri e propri capolavori del dolce presentati e descritti passo passo da grandi maestri. Come potrete ben immaginare, sono rimasta senza parole. E’ un regalo bellissimo e non vedo l’ora di iniziare a provare le varie ricette presentate.
Ma veniamo a noi e passiamo alla ricetta dei macarons al cioccolato. Chi non conosce questo delizioso e delicato dolce d’oltralpe? Ricordo che li assaggiai per la prima volta a Parigi, diversi anni fa. Grazie a Cavoletto (http://www.cavolettodibruxelles.it/) e al suo secondo libro Regali Golosi, anch’io mi sono potuta cimentare nella preparazione di queste deliziose meringhe. Ecco gli ingredienti che occorrono:

  • 220 g di zucchero a velo
  • 125 g di farina di mandorle
  • 90 g di albumi vecchi di tre giorni
  • 30 g di zucchero
  • 20 g di cacao amaro
  • 2 gocce di succo di limone
  • un pizzico di sale

per il ripieno (io ho optato per una farcia al cioccolato e arancia)

  • 150 g di cioccolato al latte
  • 30 g di cioccolato fondente
  • 20 g di burro
  • il succo di due arance

In un mixer passate lo zucchero a velo e la farina di mandorle e successivamente setacciateli con il cacao. Aggiungete un pizzico di sale e due gocce di succo di limone agli albumi e montateli a neve ben ferma. Quando saranno compatti, aggiungete lo zucchero e continuate a montarli. Aggiungete metà del composto secco agli albumi, mescolando dal basso verso l’alto. Quando l’impasto sarà ben amalgamato, aggiungete il composto rimanente continuando a mescolare. Versate il tutto in una sac à poche e iniziate a formare i dischi su una teglia ricoperta con carta da forno. Infornateli poi a 155° in forno già caldo per 14 minuti. Quando saranno cotti, sfornateli e lasciateli raffreddare. Nel frattempo preparate la farcia, fate sciogliere a bagnomaria i due tipi di cioccolato e riscaldate il succo di due arance. Unite i due composti e mescolate bene, aggiungendo alla fine il burro tagliato a pezzetti. Lasciate raffreddare il ripieno e poi farcite i macarons. Ecco il risultato:

Sono deliziosi, la meringa ha una crosticina croccante mentre il morbido ripieno si scioglie in bocca. Per chi non li avesse mai assaggiati, consiglio di provarli. Non ne potrete più fare a meno!
Non credo di riuscire a scrivere un nuovo articolo prima della fine dell’anno, colgo quindi l’occasione per augurare a tutti un buon 2012, ricco di belle sorprese e tanta felicità! Auguri!!!

Read Full Post »