Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘romanzo’


Siamo ormai in autunno e so perfettamente che sono trascorsi diversi mesi dal mio ultimo articolo inserito qui nel blog. Non saprei stabilire con certezza il motivo di questo mio allontanamento, ma posso assicurarvi che mi impegnerò al massimo per ricominciare nuovamente a condividere con tutti voi le mie più grandi passioni. Ho cucinato in questo lungo periodo e ho anche preparato molti dolci, ma oggi non pubblicherò una ricetta. Ho deciso infatti di recensire il libro che mi ha accompagnato nel corso dell’ultima settimana.
Sono stata in Liguria, ho trascorso nel Tigullio l’ultima vacanza che potrò concedermi per quest’anno. Avevo già visitato in passato la zona delle Cinque Terre, ma non avevo mai avuto l’occasione di poter ammirare questa splendida terra. Siamo stati molto fortunati, dato che il tempo è sempre stato clemente con noi, e abbiamo approfittato delle stupende giornate assolate per rilassarci in riva al mare. Credo che, in queste circostanze, non ci sia niente di meglio che leggere un buon libro sulla spiaggia, cullati dalla brezza marina e dal canto dei gabbiani. Ho portato quindi due libri con me e sono riuscita a leggerli entrambi (anche perché non erano particolarmente voluminosi).

Il primo libro che ho terminato è “Il diario del vampiro – Il risveglio” di Lisa Jane Smith, edito dalla Newton Compton.

Si tratta del primo volume della saga, (ovviamente non riesco ad accontentarmi di libri autoconclusivi -.-) dove incontriamo la protagonista della nostra storia, Elena, una normale adolescente alle prese con i soliti problemi legati alla sua età e cioè la scuola, le amicizie e i ragazzi. All’inizio del nuovo anno scolastico, arriva nella sua scuola un nuovo studente, Stefan, misterioso ma al contempo bellissimo e intrigante. Lei ovviamente decide fin dal primo istante che deve conquistarlo a tutti i costi, ignorando purtroppo la sua vera natura. In realtà è un vampiro, che ha deciso però di non attaccare più gli esseri umani per sopravvivere e quindi si nutre solo di piccoli animali che trova nel bosco. In città arriva un altro ragazzo, ancora più misterioso, affascinante e dallo sguardo magnetico. Si scoprirà alla fine che si tratta del fratello di Stefan, Damon, ritornato anche lui in città da poco. Da quando compaiono sulla scena questi due personaggi, nella tranquilla città di Fell’s Church vengono ritrovate persone dissanguate e addirittura un cadavere. Chissà chi potrà mai essere il colpevole di questi atroci delitti!
Sono rimasta veramente delusa da questo libro, sinceramente mi sarei aspettata qualcosa in più, dato l’enorme successo che questa saga ha riscosso sia in Italia che all’estero. Non dobbiamo dimenticarci, inoltre, che da questo romanzo è stata realizzata anche una serie televisiva particolarmente interessante e carina (soprattutto l’attore che interpreta il vampiro malvagio).
Vi sono molte differenze tra la storia e i personaggi della versione stampata e quelli del piccolo schermo. Il libro è molto scorrevole, ma (forse perché al momento non è ancora successo nulla di eclatante), l’ho trovato un po’ insignificante. I personaggi sono stereotipati, la protagonista è abbastanza insulsa e odiosa e inoltre avrei preferito una maggior caratterizzazione dei due fratelli vampiri. Devo ancora decidere se acquistare e leggere anche gli altri volumi della saga, cercherò qualche recensione al riguardo. Al momento posso dire che è un libro per adolescenti, e di horror ha ben poco.

Read Full Post »


E’ davvero incredibile! Dopo tutto il tempo passato dall’ultimo articolo inserito, mi ripresento qui con la recensione di un libro. E non è nemmeno di cucina! Questo è troppo, dovrò correre presto ai ripari! Ho ancora un paio di ricette in sospeso che vorrei pubblicare a breve. Maledetto tempo tiranno! è_é
Ma torniamo a noi, rieccomi qui dunque per parlarvi del romanzo che ho appena finito di leggere. Si tratta de I guardiani del giorno, scritto da Sergej Luk’janenko e da Vladimir Vasilev. Si tratta del secondo libro della Saga dei Guardiani e, come il precedente volume, è un fantasy. Dopo aver letto il primo romanzo, mi ero fatta un’idea di cosa avrei potuto trovare in questo libro. Ovviamente mi aspettavo nuove vicende legate al Crepuscolo e alle due guardie che vigilano sull’Equilibrio. Speravo di trovare però il punto di vista esclusivo della Guardia del Giorno. Devo ammettere che vi sono in effetti molte parti narrate da un agente di questo schieramento, Edgar. Vi sono però anche alcuni episodi raccontati da entrambe le guardie e infine anche vicende narrate dal protagonista del primo romanzo e cioè da Anton Gorodeckij, appartenente alla Guardia della Notte.

Sono rimasta leggermente delusa, avrei preferito che l’autore avesse adottato anche qui lo stesso metodo, di modo che il lettore potesse avere solo il punto di vista di una delle due parti. Tralasciando però questo piccolo dettaglio, il libro è ben scritto, la storia rimane sempre molto interessante, originale e veramente complessa. Sarebbe infatti troppo semplicistico affermare che i Guardiani del Giorno appartengono alle forze del Male, le loro azioni non si possono giudicare così superficialmente. Possiamo però tranquillamente affermare che i componenti di questa guardia agiscono per i propri interessi e non si fanno troppi scrupoli quando c’è da attingere forza dai poveri esseri umani. In ogni caso però, a modo loro, cercano di mantenere il famoso equilibrio tra le due forze, facendo sì che il mondo, così come tutti lo conoscono, continui a esistere anche in futuro. In realtà i nuovi personaggi che incontriamo per la prima volta e quelli che ritroviamo in questo secondo romanzo, sono solo delle pedine utilizzate dai grandi capi delle due guardie, Geser e Zavulon, in questa lunga partita a scacchi. Sono proprio curiosa di scoprire come proseguirà la storia e quali nuovi colpi di scena ci potrà ancora riservare.
Al prossimo articolo, cercherò di mantenere i miei buoni propositi e di pubblicarlo presto. Grazie infinite per la vostra pazienza! Buon week-end!

Read Full Post »


E’ passato più di un mese dall’ultimo articolo che ho inserito qui sul blog. Non ho davvero scusanti, o almeno, diciamo che ho preferito fare altro. E’ da molto anche che non mi dedico alla cucina, non ho preparato più dolci o provato qualche nuova ricetta per pane e lievitati. Ma per fortuna il caldo è ormai solo un lontano ricordo e quindi posso ritornare ad accendere il mio caro amico forno.
Oggi però non inserisco nessuna ricetta, vi posto la recensione dell’ultimo libro che ho letto. Si tratta de Il club dei filosofi dilettanti di Alexander McCall Smith. Questo romanzo si differenzia notevolmente da tutti i gialli che ho letto finora. L’unico aspetto in comune che ho potuto riscontrare è la presenza del delitto a cui assistiamo nelle prime pagine del libro. A questo punto, solitamente, il protagonista della nostra storia deve scovare il colpevole o almeno iniziare a indagare per capire cosa sia successo in realtà. Qui invece le indagini hanno un aspetto secondario, è più importante la figura di Cat, nipote di Isabel, la nostra protagonista. Seguiamo infatti la sua travagliata storia d’amore con Toby, schierandoci ovviamente dalla parte della zia di Cat, che odia questo ragazzo e spera che presto la sua dolce nipote apra gli occhi e lo lasci una volta per tutte.
Per più della metà del romanzo ho pensato che alla fine la nostra Isabel non sarebbe riuscita a far luce sul mistero della tragica morte a cui assiste accidentalmente una sera a teatro. Credevo di trovare la risoluzione del caso nel romanzo successivo, trattandosi, ahimè o per fortuna dato che il libro è bellissimo, di una serie. E invece no, alla fine Isabel scoverà il colpevole.

Non è però così importante, il libro è molto bello proprio perché c’è altro oltre alla mera indagine/interrogatori/deduzioni/ipotesi del detective di turno (in questo caso improvvisato) che si possono trovare in qualsiasi romanzo giallo. I personaggi hanno un ruolo fondamentale ed è incredibile scoprire quanto sia facile affezionarsi a loro solo dopo 263 pagine. Ho adorato lo stile mai banale e così delicato dell’autore, il libro mi è davvero piaciuto tanto. Devo assolutamente acquistare anche gli altri volumi di questa serie.

Read Full Post »