Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Riccardo Pastore’


Nel corso dell’ultimo mese ho cercato di ignorare il mio crescente senso di colpa il più a lungo possibile. Fortunatamente (per voi e un po’ meno per me!) ha raggiunto un livello tale da spingermi (quasi fisicamente) a rimettermi al lavoro e continuare a scrivere questo blog. E così finalmente mi sono decisa a inserire un nuovo post! Questa volta però ho delle validissime scusanti: sono stata lontano dal computer per un’intera settimana. Ho staccato la spina per un po’ e sono andata a “rilassarmi” (ammetto che è stato anche un po’ stancante, non riusciamo mai effettivamente a riposarci durante le vacanze che scegliamo noi. Ma dove sbagliamo?!?) a Parigi! L’avevo visitata solo una volta in passato e non vedevamo l’ora di tornarci. E’ davvero una città magica! Sono riuscita comunque a pubblicare qualche foto su Instagram, anche se non è stato facile trovare connessioni wi-fi. Mi sarebbe piaciuto poter documentare al meglio il mio soggiorno in quella splendida città.
Ma ora basta con i bei ricordi e passiamo alla ricetta di oggi. Avevo in frigorifero qualche limone che stava per abbandonarmi e così ho deciso di preparare dei biscotti profumatissimi. Ho trovato l’ispirazione sul blog di GnamGnam, io ho solo apportato alcune piccole modifiche. Ecco gli ingredienti che occorrono:

  • 200 g di farina 00
  • 70 g di burro
  • 1 uovo
  • 100 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • la scorza di 3 limoni
  • 40 g di cioccolato bianco

E’ davvero facile realizzarli: innanzitutto in una ciotola lavorate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero. Quando il composto sarà chiaro aggiungete l’uovo, e poi la farina e il lievito setacciati. Grattugiate finemente la scorza dei limoni (mi raccomando, devono essere biologici!) e il cioccolato bianco. Aggiungeteli all’impasto e lavoratelo sino a ottenere una palla liscia. Avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigorifero per circa un’ora. Quando sarà ben fredda, staccate delle palline d’impasto e ponetele su di una teglia ricoperta con carta da forno e schiacciatele leggermente. Fatele poi cuocere in forno già caldo a 180° per 15 minuti. Ecco il risultato:

Sono buonissimi, l’esterno è croccante ma l’interno rimane morbido e poi sono profumatissimi. Sono ideali per accompagnare un buon tè, ma sono perfetti anche a colazione. Era da molto tempo che non preparavo dei biscotti e devo dire che sono davvero soddisfatta del risultato.
Non so quando riuscirò a inserire un nuovo articolo dato che è ancora tempo di vacanze! Ebbene sì, quest’anno purtroppo va così: le ferie sono praticamente concentrate nella prima metà dell’anno e poi dovrò aspettare sino a settembre per poter riposare e staccare un po’ dal lavoro. Lunedì quindi partiremo per l’Irlanda! Sono così emozionata, non vedo l’ora! Spero proprio di riuscire a lasciare qualche messaggio su Twitter o a postare qualche foto su Instagram per condividere con tutti voi questa bella esperienza. Alla prossima!

Read Full Post »


Fervono gli ultimi preparativi in vista del Natale ed è incredibile come i giorni si susseguano così rapidamente! Per fortuna tutti i regali sono stati acquistati, il menù per le feste è già stato stabilito e così posso finalmente scrivere l’articolo sull’ultimo dolce che ho preparato qualche giorno fa. Ho trovato la ricetta sul blog di un mio contatto di Twitter e si tratta di Juls’ Kitchen. Senza il suo articolo non avrei mai scoperto la Pinolata Senese, un dolce tipico della Toscana (dove lei vive). Ecco gli ingredienti che occorrono:

  • 180 g di burro a temperatura ambiente
  • 150 g di zucchero
  • 3 uova
  • 180 g di farina 00
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato
  • 1 manciata di pinoli

per la crema

  • 3 tuorli
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di farina 00
  • 500 ml di latte
  • 2 cucchiai di uvetta rinvenuta nel vinsanto

Non ricopio qui la ricetta, dato che la potete tranquillamente trovare sul blog di Giulia. E’ molto semplice, ogni passaggio è descritto con cura e precisione. La torta è deliziosa, si scioglie in bocca! La riproverò nuovamente in futuro, facendo però qualche piccola modifica. Innanzitutto aggiungerei un po’ di pinoli, io li adoro! Aggiungerei anche un po’ di uvetta, dato che non si sentiva molto nell’impasto. Devo fare un’ulteriore precisazione: io non avevo il vinsanto e quindi ho utilizzato del rum al miele per far rinvenire l’uvetta. Sarei però curiosa di provarla nella versione originale, magari nel mio prossimo viaggio in Toscana! Infine quando deciderò di preparare ancora questo dolce (penso proprio a breve), lo farò cuocere di più in forno. Nonostante la prova stecchino, il centro è rimasto leggermente liquido. Credo che una decina di minuti in più siano sufficienti per ottenere un buon risultato. Per il resto la ricetta è perfetta così, grazie Giulia per averci fatto conoscere questo dolce straordinario. Ecco la pinolata da me preparata:

Come potete vedere anche questa foto è di Riccardo Pastore e lo so, non sono ancora riuscita ad aggiungere il link del suo blog qui a lato. Ma vi prometto che prima o poi ce la farò, è una questione di principio! Ora scappo, spero di riuscire a preparare qualche altro dolcetto prima di domenica. Nel caso in cui non dovessi riuscire a scrivere un altro articolo, approfitto per augurare a tutti un felice e sereno Natale. Auguri!

Read Full Post »